Unione Monarchica Italiana - Varese
Iscriviti alle newsletter!
 

Il Canale U.M.I. su Youtube
 

Il Gruppo dell'U.M.I. su Facebook
 

La pagina su facebook dedicata alle immagini storiche
 

Twitter U.M.I.

  
 
Casella e-mail

 
Il Caso Miotto e la bandiera epurata

 
Casella e-mail
 
 
Ricordo di Umberto II

 
Omaggio Umberto II
 
 



 


 


 


 


 


 


















Home Chi Siamo iscrizione News calendario
iniziative fert famigliareale monarchia Contatti
pubblicazioni oggettistica calendarioreale multimedia Links






  
Nelle Monarchie l'Europa migliore! E l'Italia cosa aspetta?
 
PAROLA DI RE
Umberto II e Sergio Boschiero
    L'UMI è istituita per raccogliere e guidare tutti i monarchici, senza esclusioni, al fine di ricomporre in sè quella concordia discors che è una delle ragioni d'essere della Monarchia e condizione di ogni progresso politico e sociale. Suo compito non è la partecipazione diretta alla lotta politica dei partiti, ma la affermazione e la difesa degli ideali supremi di Patria e libertà, che la mia casa rappresenta.

(Umberto II - 1956)

Nella foto il Re Umberto II con il leader storico dei monarchici italiani Sergio Boschiero a Beaulieu-sur-Mer (Costa Azzurra) nel 1978.




IL FUTURO DELLA CORONA
I Principi Aimone, Umberto e Amedeo di Savoia-Aosta

Nella foto le LL.AA.RR. i Principi Aimone, Umberto e Amedeo di Savoia, in posa davanti ad un grande ritratto dell'avo Aimone di Savoia, quarto Duca d'Aosta
(foto www.monarchia.it, ottobre 2011).

Il 14 Dicembre 2012 è nata S.A.R. la Principessa Isabella di Savoia, terzogenita delle LL.AA.RR. i Principi Aimone di Savoia ed Olga di Grecia.

Il 24 Maggio 2011 è nato S.A.R. il Principe Amedeo di Savoia, Duca degli Abruzzi, secondogenito dei Principi ereditari.
LA PAGINA DEDICATA AL PRINCIPE AMEDEO
 
  Il 7 Marzo 2009 è nato S.A.R. Umberto di Savoia, Principe di Piemonte, figlio primogenito dei Principi ereditari.

S.M. il Re Umberto IILA SUCCESSIONE DINASTICA
IN CASA SAVOIA


    Riproponiamo le lettere che il Re Umberto II ebbe a scrivere negli anni '60 al figlio, avvisandolo che un matrimonio non rispettoso delle leggi dinastiche di Casa Savoia avrebbe comportato per il giovane la perdita dei diritti dinastici.
    Il figlio quindi, consapevole di ciò a cui sarebbe andato incontro, ha optato per la perdita di ogni suo diritto, per sé e i suoi discendenti, con il matrimonio del 1970. Con questi scritti di Re Umberto e con le  Regie patenti (che riproponiamo) non vi è altro da aggiungere sulla questione.

Vuoi ricevere via e-mail gli aggiornamenti del sito? Iscriviti alle newsletter!




Torna in alto
 
U.M.I. - Unione Monarchica Italiana - via Riccardo Grazioli Lante 15/A 00195 ROMA 06.3720337 348.0440960